Ristorante vs Osteria

Creato il
Post_40

Erroneamente consideriamo Ristorante e Osteria come sinonimi. Al contrario, questi sono due realtà completamente differenti. Se entrambi vogliono allietare chi vi entra e donargli piacevoli momenti di convivialità, nascono con scopi completamente differenti.

Il ristorante, dal termine francese restaurer che significa appunto ristorare, lascia spazio alla creatività del suo chef. Di solito, presenta degli ambienti decisamente più ampi rispetto a quelli dell’osteria e un scelta di piatti alla carta più ricca. Infatti, non è un caso che spesso vi si trovano dei piatti che non seguono la stagionalità.

Al contrario, l’osteria dà risalto alla collettività anziché all’individualismo dello chef. Di fatto, quest’ultima cerca di guidare alla scoperta dei sapori classici del territorio chi vi entra dentro, perciò usa ingredienti freschi e tipici della zona. Spesso, è caratterizzata da un ambiente un po’ più spartano e rustico che riporti anch’esso al passato, alla storia e alla tradizione.

Tuttavia, bisogna sfatare anche il binomio osteria-risparmio. L’osteria narrata da Guccini è in via di estinzione! È vero che sono molte le osterie più convenienti dei ristoranti, ma negli ultimi anni questa sta assumendo maggiori caratteri di raffinatezza, in più con i nuovi trend, che vogliono un tuffo alle origini e alla tradizione, sembrano essere sempre più apprezzate rispetto a questi ultimi.

Se anche voi siete amanti della storia, della cultura e della tradizione, vi aspettiamo nella nostra osteria per iniziare questa scoperta dalla pancia!

La Festa di Sua Maestà la Pasta

Creato il
Post_40

Oggi 25 Ottobre è la giornata internazionale di sua Maestà la Pasta!

Avete capito bene: alla regina della cucina italiana è stato dedicato un giorno tutto per lei!
D’altronde un elogio è più che doveroso per questo alimento che porta il buon nome dell’Italia sulle tavole e dentro le cucine di tutto il mondo. Non a caso è stata inserita dall’Unesco tra i patrimoni immateriali dell’umanità!

La pasta, infatti, piatto facile e veloce, rimane una pietanza sana, ricca e completa, soprattutto di fibre e carboidrati, ma anche di altre sostanze nutritive. Basti pensare che una semplice porzione condita con verdure, pesce ed olio contiene praticamente tutti nutrienti necessari al nostro corpo: carboidrati, fibre, proteine e vitamine.

Dal punto di vista storico, invece, ha un excursus millenario. Si parla di uno degli alimenti più antichi della storia dell’uomo. Ha le sue origini nel continente euro-asiatico, ma la sua evoluzione è esclusivamente dovuta ai popoli che hanno occupato il nostro stivale. Sono gli etruschi e gli abitanti della Magna Grecia che ne iniziano a sviluppare forme e varianti. Poi, durante il dominio romano viene citata da numerosi autori, tra cui Cicerone, il quale parla di làgana, non altro che l’antenata delle nostre amatissime lasagne.

Con le prime emigrazioni dell’Ottocento si è iniziato ad esportare la pasta in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti, e dal secondo dopoguerra rappresenta uno dei prodotti principali dell’economia italiana, sia nell’industria che nella ristorazione.

Inoltre, la sua produzione si presenta rispettosa ed eco-sostenibile, di fatto ha un bassissimo ripercussione sull’ambiente dato che le emissioni di CO2 sono estremamente limitate e i materiali per il suo confezionamento sono altamente riciclabili.

Da sempre ha unito tutti gli italiani, quelli in Italia e all’estero, avendo un impatto culturale e sociologico rilevante, per questo da buon cittadino italiano è compito di ognuno di noi renderle omaggio in questa giornata… Noi ti aspettiamo per festeggiarla, non solo oggi, anche tutto il resto dell’anno!

5 Marinature diverse

Creato il
Post_38

La marinatura è una miscela di ingredienti in cui viene immerso il cibo cotto o crudo per ammorbidirlo e insaporirlo. Non tutte le marinature sono uguali, a seconda dell’alimento esistono diverse combinazioni più adatte ad esaltare i sapori e il gusto. La marinatura è composta da tre elementi principali: uno acido, uno oleoso e uno aromatico. Il componente acido rompe i legami che tengono unite le proteine; i grassi impediscono la disidratazione dell’alimento e trattengono i sapori naturali; gli aromi conferiscono maggiore sapore al cibo.
Visto che Ferragosto è ormai alle porte, vi proponiamo adesso 5 marinature semplici e veloci per improvvisare una grigliata tra amici anche all’ultimo.

1. CLASSICA – Succo di limone, aglio ed olio d’oliva: ideale per accompagnare carne, pesce e verdure alla griglia
2. CINESE – Salsa di soia, olio di Sesamo e cipollotti: ottima per carni, gamberi e verdure di terra come funghi e melanzane .
3. INDIANA -Yogurt, peperoncino e Garam Masala: perfetta per carni e pollo. L’acidità dello yogurt rende più tenera la carne.
4. SAPORE LATINO – Arancio amaro, olio di oliva e una miscela che comprende polvere d’aglio, cumino, pepe nero, sale e altre spezie. Condimento ideale per pesce e pollo
5. A TUTTA BIRRA – Birra, spezie, aglio e zenzero: questa marinatura si può usare per gamberetti e verdure oppure anche per cuocere al vapore.

Offerte su Spiiky

Creato il
Post_37

Sapevi che ci puoi trovare anche su Spiiky con fantastiche offerte che aspettano solo te?!

Tra le offerte che puoi trovare ci sono:

1. Menù romagnolo completo per 2 persone a 29,90€ invece che 82€, che comprende:
– Primo
– Secondo
– Contorno
– Dolce
– Un calice di vino a testa
– Caffè

2. Menù estivo di coppia a soli 25€ invece che 53€, che comprende:
– Tris di primi
– Dolce
– Acqua
– Un calice di vino a testa
– Caffè

3. Menù tagliata per 2 persone a soli 25€ invece che 55€, che comprende:
– Antipasto
– Tagliata di manzo scozzese
– Contorno
– Dolce
– Acqua
– Un calice di vino a testa

Visita la nostra bacheca su Spiiky e scarica GRATUITAMENTE il coupon che preferisci!

Non farti scappare queste occasioni e passa a trovarci! Ti aspettiamo in Vicolo Mercato, 13 a Savignano sul Rubicone (FC). Per informazioni e prenotazioni: tel. 0541 944402.

I distillati: RUM

Creato il
Post_36

 
In questo articolo parleremo brevemente dell’origine e di alcune curiosità riguardanti un distillato molto famoso: il rum.
Il rum è l’acquaviteottenuta dalla distillazione della melassa della canna da zucchero o del suo succo.

Origini
I precursori del rum risalgono all’antichità. Si pensa che lo sviluppo delle bevande fermentate prodotte da succo di canna da zucchero ebbe inizionell’antica India o in Cina e si sia successivamente diffuso.
Una delle prime bevande di questo tipo è il “brum”. Risalente a migliaia di anni fa, il brum fu prodotto dai malesi e viene citato anche in un documento del XIV secolo dove Marco Polo parla di un “ottimo vino di zucchero” che gli venne offerto nell’attuale Iran.
La prima distillazione di rum avvenne a Londra con le canne da zucchero indiane intorno al XV secolo, ma successivamente, dopo il XV secolo, si iniziarono a utilizzare le canne da zucchero provenienti dalle Americhe.
Nelle Americhe, invece, la prima distillazione di rum ebbe luogo nelle piantagioni di canna da zucchero dei Caraibi nel XVII secolo. Gli schiavi delle piantagioni scoprirono per primi che le melasse, un sotto-prodotto del processo di raffinazione dello zucchero, fermentavano in alcool.
Successivamente vennero prodotti i primi veri rum graziealla distillazione di questi sottoprodotti alcolici che concentrò l’alcool e rimosse le impurità. La tradizione narra che il rum ebbe origine dapprima sull’Isola di Barbados. Al di là della sua origine, i primi rum caraibici non erano di grande qualità. Un documento del 1651 dalle Barbados affermava che “Il maggiore intossicante prodotto sull’isola è il Rumbullion, detto anche Kill-Devil (ammazza-diavolo), ottenuto da canne da zucchero distillate, un bollente, infernale, e terribile liquore.”

Dal “Sottomarino Giallo” potrete gustare e sorseggiare diversi tipi di rum, prodotti da diverse parti del mondo:
Malecon
Havana anejo
Matusalem extra anejo (Cuba)
Pampero anniversario (Venezuela)
Ron del barillito (Porto Rico)
Matusalem (15 anni – Cuba)
Zacapa centenario (23 anni – Guatemala)

Passate a trovarci… vi aspettiamo!

Tagliata di manzo

Creato il
Post_34

 
Per preparare la tagliata bisogna tagliare la carne in modo particolare, ossia a listarelle e spessa almeno 4-5 centimetri, e utilizzare un preciso metodo di cottura (brace, griglia o piastra), con la carne che deve arrostire non più di 5-6 minuti per lato.

Preparazione
Prima di iniziare la cottura assicuratevi che il pezzo di carne (controfiletto o entrecote) non sia troppo freddo, ma a temperatura ambiente e, quindi, bisognerebbe toglierlo dal frigo almeno un’oretta prima.

Dopo aver messo un po’ di sale grosso in pentola, adagiatevi la carne e lasciatela cuocere per circa 5 minuti per lato. Per quanto riguarda il tempo di cottura avete abbastanza libertà: regolatevi in base allo spessore della carne e al grado di cottura che preferite. Il risultato migliore è quando l’interno della carne diventa rosato, ma non troppo cotta e asciutta.
Quando girate la carne state molto attenti a non pungerla per evitare di far fuoriuscire i suoi liquidi.

Una volta tolta dal fuoco e aspettato qualche istante, iniziate a tagliare la carne con taglio obliquo, cercando di fare fettine da un paio di centimetri di spessore.
Nel servire la carne potete scegliere il condimento che preferite: sale, pepe e olio nella misura che più vi aggrada.

Consiglio
Se volete ottenere una tagliata ancora più gustosa, potreste aggiungere dell’olio extravergine di oliva dopo averlo fatto scaldare in un pentolino con dell’aglio, del rosmarino e un po’ di pepe. Dopo qualche minuto e dopo aver tolto le spezie, versatelo sulle fettine in modo da insaporirle ulteriormente.

Inoltre, potete adagiare le fettine di carne su un letto di rucola e contornare con pomodorini tagliati in quarti e scaglie di grana.

Da sottomarino giallo potrete assaporare una buonissima tagliata di manzo e tanti altri piatti gustosi… passa a trovarci!

Bresaola della Valtellina con rucola e grana

Creato il
Post_33

 
Si avvicina l’estate e il caldo e la voglia di cucinare sempre coi fornelli accesi diminuisce sempre di più. Quello di cui c’è bisogno è una ricetta fredda, ma al contempo che sia gustosa e appetitevole: la bresaola con rucola e grana è quello che fa per noi e qui di seguito impareremo come farla.
 
Ingredienti per 4 persone:
– 200 g di bresaola tagliata sottile
– 60 g di rucola
– 10-12 pomodorini pachino
– 1/2 limone (solo il succo)
– 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
– Un pizzico di sale
– Parmigiano reggiano a scaglie qb
– Facoltativo: 10 mozzarelline
 
Procedimento (preparazione: 10 min.)
Sistemate le fette di bresaola sul piatto lasciando che si sovrappongano leggermente. Sbattete con una forchetta 3 cucchiai di olio, sale e limone in una. Distribuitela quindi sopra la bresaola. Dopo aver lavato e asciugato la rucola, disponetela al centro di ogni piatto, spezzettandola se preferite.
Lavate e tagliate i pomodorini, posizionandoli ai lati delle fette di bresaola. Aggiungete, se volete, anche le mozzarelline. Per finire, completate il tutto con le scaglie di parmigiano e con un filo d’olio. Il vostro piatto è pronto per essere servito.
 
La bresaola della Valtellina del Sottomarino Giallo
Qua al sottomarino giallo, oltre ad altre numerose specialità, potrete gustare la bresaola della Valtellina con rucola e grana. Dal 1996 la vera Bresaola della Valtellina è garantita dal marchio comunitario di Indicazione Geografica Protetta, utilizzato esclusivamente dai produttori certificati della Provincia di Sondrio, che si attengono al rigoroso Disciplinare di Produzione. Il Consorzio di tutela Bresaola della Valtellina, garantisce la provenienza di questo raffinato prodotto, ne promuove l’immagine e la salvaguardia da imitazioni e contraffazioni.
 
Tutto questo perchè qui al Sottomarino Giallo vogliamo offrirvi solo il meglio e i prodotti migliori!
 
Venite a trovarci… vi aspettiamo!!

Giornata della Terra

Creato il
Post_32

 
Il 22 aprile le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day (Giornata internazionale della terra), esattamente un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, per sottolineare la necessità di preservare il pianeta Terra e le sue risorse. Inizialmente, La Giornata Internazionale della Terra, è nata come solo movimento universitario che poi si è esteso a tutte le associazioni, coinvolgendo anche le scuole, così da essere considerato un momento educativo ed informativo.
 
L’Earth Day è la più grande manifestazione internazionale ambientale del pianeta, coinvolgendo fino a 1 miliardo di persone e 192 paesi nel mondo.
 
Inoltre, noi di Sottomarno giallo siamo affiliati con Spiiky! Scoprite tutte le offerte che abbiamo riservato per voi.