La cucina romagnola

Creato il
Post_46

Un simbolo della Romagna conosciuto ormai ovunque è la piadina, che in questa terra non è solo un cibo, con gli oltre mille chioschi sparsi lungo la costa, ma è un vero e proprio fenomeno di costume.

La storia e la realtà geografica nella quale questa zona si colloca hanno determinato una cucina che può essere suddivisa in tre settori: marino, delle campagne e delle carni.

La cucina di mare è legata alla presenza dell’Adriatico, ricco soprattutto di pesce azzurro, e nei tratti rocciosi, di cozze, vongole e altri molluschi.

Gli ortaggi e la frutta si contendono la preparazione dei condimenti spesso a base di scalogno, zucchini, cipolle, melanzane, pomodori e peperoni.

L’abbondanza delle carni ha origine nell’ambito della cucina risalente al dominio bizantino e delle Signorie, di cui si ricordano soprattutto quelle: di maiale, di bovino, e “da cortile”.